Cefal Disco, ergo cresco

Ultimo Aggiornamento: 05/03/2019

ESPERTO IN PROGETTAZIONE EUROPEA: ISCRIZIONI CHIUSE

Guarda all’Europa e in particolare alla sua complessa macchina amministrativa, il nuovo corso del CEFAL per ‘Esperto in progettazione europea’, in partenza a novembre 2013 (ISCRIZIONI CHIUSE).

Inserito nel catalogo dell’Alta formazione, il corso per Europrogettista è un fiore all’occhiello del CEFAL che, per ideare e realizzare questo percorso specialistico, ha attinto ad un’esperienza di oltre trent’anni. Da sempre il CEFAL guarda all’Europa, allargando così i confini del suo impegno. Scopo di questa visione europea è sia di offrire migliori e maggiori opportunità formative e, quindi di lavoro, a coloro che si rivolgono al CEFAL sia di importare, adattandole le best practice europee.

RIVOLTO a 15 persone per edizione (due quelle previste), il corso per Esperto in progettazione europea (scarica il volantino) vuole formare una figura specialista che può trovare impiego in Enti pubblici o privati, possibili destinatari di fondi europei. Nelle recenti ricerche Isfol/Ministero del Lavoro, l‘europrogettista viene indicato come figura professionale emergente che si caratterizza proprio per una forte progressione occupazionale in Italia e in Europa. Questa materia è, infatti, a diretta gestione della commissione UE e implica una trasversalità di competenze spendibili su tutto il territorio UE.

La proposta del CEFAL intende rispondere alle esigenze formative e professionali per esperti in progettazione europea con parametri qualitativi elevati. Al termine del percorso formativo gli allievi potranno operare, in ambito pubblico e/o privato in qualità di progettisti, coordinatori o valutatori di interventi finanziati tramite risorse nazionali, europee e internazionali.

SOGGETTI PROMOTORI

Il corso di specializzazione è proposto da CEFAL, con la collaborazione scientifica del Dafist della Scuola di Scienze Umanistiche dell’Università degli Studi di Genova. Oltre a partner di progetto locali, il percorso formativo contempla la presenza di partner di progetto extraregionali (Regione Liguria, Regione Veneto, Regione Sardegna).

REQUISITI PER L’ACCESSO:

  • Persone in possesso di diploma di scuola media superiore preferibilmente con curriculum formativo e professionale ritenuto affine al profilo del corso
  • Neolaureati o laureati in qualsiasi disciplina con titolo di laurea triennale, specialistica o vecchio ordinamento.

E’ richiesta la conoscenza di base, parlata e scritta, della lingua inglese e la conoscenza e la capacità di utilizzo del PC e della navigazione in internet.

OBIETTIVI:

Il corso di specializzazione intende fornire ai partecipanti un insieme di competenze specifiche che permetta al professionista di ricoprire nell’ente di appartenenza una funzione specialistica/decisionale di alto profilo quale punto di riferimento tra gli erogatori del finanziamento e i soggetti utilizzatori dei fondi pubblici.

In particolare:

  • individuare, analizzare e selezionare i programmi e le risorse attivabili funzionali al raggiungimento degli obiettivi dell’ Ente di appartenenza;
  • applicare le tecniche del Project Cycle Management (PCM) e, in particolare, dell’approccio del quadro logico (logical framework) quale metodologia utilizzata universalmente per elaborare e gestire programmi e progetti pubblici;
  • costruire e gestire un partenariato europeo;
  • ricorrere alle tecniche del Project Management anche con specifici supporti informatici;
  • mettere in atto le tecniche necessarie alla preparazione del budget progettuale, alla rendicontazione e alle spese sostenute;
  • attuare le metodologie idonee al singolo progetto per il monitoraggio e la valutazione.

ORARIO E DURATA:

Il corso prevede due edizioni e si articola in 256 ore di attività d’aula e 110 ore di stage/project work. Le attività di aula (lezioni, altre attività formative e verifiche intermedie) saranno ripartite mediamente su 2 giorni settimanali a partire da novembre 2013 con orario compreso tra le ore 9.00 e le ore 18.00 in base alla tipologia di partecipanti ed alle esigenze di conciliazione con l’impegno professionale degli allievi occupati.
Il numero minimo di ore settimanali è pari a 8 e massimo a 40.

MODALITA’ DIDATTICHE:

1) didattica frontale: lezioni di docenti universitari, esperti aziendali e testimoni qualificati, con presenza, ove possibile, di docenti stranieri e di esperti comunitari;

2) studio guidato: esercitazioni pratiche consistenti, di volta in volta, nello sviluppo di casi aziendali o di simulazioni sul campo e di presentazione di buone pratiche;

3) didattica interattiva: lezioni-dibattito svolte da docenti ed esperti aziendali e conseguente dibattito con i partecipanti;

4) laboratorio: ideazione e sviluppo di uno specifico progetto da realizzare in gruppi di lavoro omogenei per aree di interesse.

SEDI DEL CORSO:

Due le edizioni previste:

MODALITA’ DI ACCESSO:

L’ammissione si effettuerà in seguito all’analisi del curriculum e ad un colloquio individuale.

Il corso è aperto ad un numero massimo di 15 allievi per edizione; qualora in possesso dei requisiti i candidati potranno accedere ai voucher formativi erogati dal Sistema Nazionale “Alta formazione in rete” per una copertura compresa tra l’80% e il 100% della quota di iscrizione.

Per i residenti fuori Emilia Romagna, residenti nelle Regioni aderenti al Sistema, sono previste ulteriori agevolazioni per la copertura dei costi di vitto, alloggio e trasporto.

QUOTA ISCRIZIONE: 5 000,00 euro.

PER INFO: tel. 051-489611 oppure e email: lfinelli@cefal.it