Cefal Disco, ergo cresco

Ultimo Aggiornamento: 05/03/2019

Vela Maestra: al timone gli allievi del Cefal

Sono saliti a bordo del loro Blu Sail 24 per imparare a navigare tra i marosi della vita e del lavoro. Sette metri e mezzo di alberi, vele e scotte, utilizzati anche dai velisti della Coppa America, messi a disposizione, insieme ai nocchieri-insegnanti, dal Rimini Yacht Club Vela Viva.

Pontile I a Rimini, ore 9: lezione di vela on sea per gli allievi del corso per Operatore della ristorazione dell’ente di formazione Cefal. Una giornata in mare voluta fortemente dal CEFAL che, sull’imparare a solcare le onde, ha costruito un progetto educativo ad hoc: Vela Maestra. Un viaggio che dura un intero anno scolastico, essendo inserito nel normale curriculum. «Teniamo tantissimo a questa esperienza – spiega Federica Sacenti, referente del progetto Vela Maestra – perché, a parte per il valore educativo e formativo dello stare insieme in spazi ristretti, del saper collaborare, dell’affidarsi ad altri, è bellissimo vedere come i ragazzi si sentono importanti e protagonisti».

Dal 2009, in tutte le classi del CEFAL, nodi, venti e bussola sono materia di studio; una preparazione mirata per il battesimo in mare. Tutti gli allievi, infatti, a turno scenderanno in acqua per mettersi alla prova. Già perché il saper andare per mare diventa una palestra di vita e di lavoro. «Le leggi della marineria, il rispetto altrui e l’arte di sbrogliare le cime più intricate – osserva Sacenti – diventano una competenza che aiuta i nostri ragazzi sia nella vita sia sul lavoro. Competenze trasversali al saper fare e al saper essere perché per noi la crescita professionale e quella personale di ogni singolo allievo sono annodate insieme per una navigazione e un ormeggio sicuro».

Il nostro equipaggio