Cefal Disco, ergo cresco

Ultimo Aggiornamento: 13/10/2017

“La pédagogie de chantier ” Ricreare prospettive professionali per i giovani attraverso l’approccio formativo della ” Pedagogia dei Cantieri didattici” – Programma Erasmus+ – Azione Chiave 2 : Partenariati strategici

1° Comitato di Pilotaggio a Bratislava

Nel quadro della strategia di crescita Europa 2020, l’Unione europea ha fissato obiettivi ambiziosi da raggiungere entro il 2020 in materia di occupazione, innovazione, istruzione e inclusione sociale.Inserendosi nella confluenza di tali obiettivi, il progetto si rivolge a formatori e decisori proponendo una discussione ed una formazione alla “pedagogia di cantiere”,  ad un approccio educativo in cui si articolano una dimensione “formazione” e una dimensione “produzione”, nel quadro dei dispositivi della formazione professionale o dei dispositivi dell’inserimento lavorativo. L’obiettivo è permettere ai giovani adulti esclusi da molto tempo dal mercato del lavoro non solo di trovare un impiego, ma anche di reinserirsi socialmente.

Ogni anno molti giovani adulti europei che risultano “dispersi” dal sistema scolastico si trovano senza prospettive professionali. I cantieri didattici costituiscono una reale alternativa all’abbandono  scolastico e formativo dei giovani e offrono una grande opportunità di intraprendere un percorso di inserimento adeguato.La sfida di questo progetto è quello di sviluppare strumenti (come il modulo di formazione “Formare i professionisti alla pedagogia di cantiere”), promuovere e sviluppare la pedagogia di cantiere con le strutture e le organizzazioni che potranno utilizzarla come dispositivo per l’inserimento di giovani adulti in situazione di fragilità rispetto al mercato del lavoro.

Lo sviluppo del programma costituirà un laboratorio di idee, di proposte e di iniziative per le 6 organizzazioni partner; alcune agiscono nel campo della formazione e dell’inserimento, ma non sono specialiste della pedagogia di cantiere e di progetto, altre conoscono e utilizzano la pedagogia di cantiere, ma non come alternativa alla dispersione, altre ancora sono centri di formazione o associazioni nel campo dell’inserimento lavorativo di persone in situazione di fragilità sociale ed economica, che intendono acquisire o implementare tali metodologie.

Attraverso questo progetto si valorizzeranno i concetti di pedagogia di cantiere e di pedagogia di progetto come fattori di inclusione sociale attiva, si miglioreranno gli approcci e i metodi esistenti nel quadro di partenariato, si scambieranno tra partner i dispositivi specifici adattandoli alle misure di lotta alla dispersione scolastica e formativa, si identificheranno e promuoveranno le buone pratiche esistenti. (Sito  Web Progetto:  http://pedachantier.eu/?lang=it )