Gentili soci,

l’anno 2017 ha confermato la ripresa registrata nel 2016, grazie anche al forte incremento dell’attività di accoglienza a favore dei richiedenti asilo e protezione internazionale sia in Romagna sia nel territorio di Piacenza. La nuova sede della Struttura Lavorativa Protetta e il Gruppo appartamento “Casa Don Antonio Bonoli”, entrambe inaugurate a Villa San Martino negli ultimi mesi del 2016, rappresentano una delle novità di quest’anno. Nell’estate del 2017, inoltre, sempre a Villa San Martino, si sono conclusi i lavori di ristrutturazione dei laboratori di cucina, che hanno consentito il regolare avvio del percorso biennale di qualifica per Operatore della Ristorazione previsto per l’anno formativo 2017/2018. In primavera, l’idea dell’impresa formativa già sviluppata con successo a Bologna con il progetto del Ristorante formativo “Le Torri”, si è concretizzata anche nella sede di Faenza, dove gli allievi del settore vendite, guidati e sostenuti dai loro docenti, hanno progettato e avviato il Negozio formativo “SAW”. A settembre scorso, nella sede di Bologna, ha avuto avvio il IV anno del corso per Tecnico dei servizi di sala e bar. Il corso ha suscitato un notevole interesse presso gli stakeholder, dalle aziende del settore agli allievi/utenti. È in corso di completamento il piano di riorganizzazione aziendale avviato nel 2016, che ha trovato esito in un nuovo Organigramma e in un Mansionario che recepiscono l’avvio e/o lo sviluppo di diversi settori di attività: tra esse il già citato settore richiedenti asilo e protezione internazionale nonché i servizi per il lavoro. Nell’ambito dei servizi per il lavoro, Cefal ER ha ottenuto l’accreditamento della Regione Emilia Romagna, per quanto attiene ai servizi di orientamento e placement, tuttora in fase di realizzazione e sviluppo, realizzati nell’ambito di “aree di accreditamento” specifiche. Il processo di reengineering si è svolto in parallelo allo sviluppo del Modello di Organizzazione e Gestione ex D.Lgs 231/01 s.m. (o Modello organizzativo), applicato sin dai primi mesi del 2018, con la formalizzazione dell’Organismo di Vigilanza. Nel corso del 2017, inoltre, Cefal ER ha continuato ad ampliare il proprio territorio di riferimento, partecipando ad iniziative e progetti di cooperazione internazionale che coinvolgono tutti i settori di attività. Il lavoro di quest’ultimo anno, con le novità che sono state brevemente illustrate, conferma la mission e i valori, di Cefal ER: solidarietà, valorizzazione della persona e delle sue specificità, equità, ascolto e dialogo. Questi principi e valori, ribaditi nel Codice Etico, continuano ad ispirare Cefal ER nel costruire i progetti di educazione e formazione professionale, tra i quali vale la pena di segnalare quelli coordinati dalla Scuola di Economia Civile, che hanno visto coinvolti la dirigenza e parte del personale, nonché i progetti di accoglienza e integrazione, di accompagnamento e inserimento/reinserimento sociale e lavorativo, rinnovando giornalmente il proprio impegno.