Cefal Disco, ergo cresco

Ultimo Aggiornamento: 13/10/2017

Disabili

La dis-abilità è una forma differente di abilità. Per questo, il CEFAL cambia la logica che invita a vedere, nel disabile, una persona senza attitudini o talenti.

Ogni proposta delineata dal CEFAL viene misurata sulle reali capacità del singolo che, attraverso i corsi professinalizzanti, viene sollecitato a mettersi in gioco. Anche nella sua dimensione produttiva. Corsi, ma anche stage e inserimenti tutelati in ambito lavorativo. Un tema quest’ultimo che trova  forma e sostanza nella Struttura Lavorativa Protetta che il CEFAL ha aperto a Villa San Martino di Lugo. Un luogo che si propone di  favorire attività atte a recuperare le disabilità degli utenti ed a mantenere le capacità residue oltre che a favorire un’integrazione sociale. L’ambito di intervento prioritario è a carattere lavorativo – occupazionale.

Obiettivi:

  • favorire attività atte a recuperare le disabilità degli utenti e il mantenimento delle capacità residue;
  • creare momenti di socializzazione;
  • fornire sostegno psicologico agli utenti e alle loro famiglie per la gestione quotidiana della disabilità;
  • favorire negli utenti, tramite il lavoro commissionato dalle aziende, l’assunzione del ruolo di lavoratore.

Parallelamente all’attività lavorativa-occupazionale, sempre nella sede di Villa San Martino, ne è è stata attivata  una ludico-manipolativa- ricreativa. I cui  obiettivi sono:

  • dare  la possibilità di espressione e creatività:
  • esercitare la manualità sia a livello muscolare che sensoriale dell’utente al fine del mantenimento della funzionalità motoria  e cognitiva.