Cefal Progetto INS 2 - Progetto INS – Insieme nella Scuola

Progetto INS – Insieme nella Scuola

Il progetto, finalizzato all’ampliamento dell’offerta formativa e all’incremento del successo scolastico per facilitare la permanenza nel sistema di istruzione e formazione, ha come destinatari diretti gli allievi della scuola superiore di primo grado e del biennio della scuola superiore di secondo grado, ma propone il consolidamento di una partnership educativa tra scuola, famiglia e territorio, ampliando la responsabilità educativa all’intera comunità, anche attraverso la promozione di contatti intergenerazionali ed interculturali. 

INS, attivo dal 2015 sul territorio del Distretto di San Lazzaro, è coordinato dall’IC 1 San Lazzaro con la collaborazione di Cefal ER e vede la partecipazione in partenariato di 9 Istituzioni Scolastiche.

Cefal Progetto INS 3a - Progetto INS – Insieme nella Scuola
Cefal Progetto INS 2 - Progetto INS – Insieme nella Scuola
Cefal Progetto INS 1 - Progetto INS – Insieme nella Scuola
Cefal Welfare Progetto conoscenze 3 - Progetto “Conoscenze”

Progetto “Conoscenze”

Il progetto di CEFAL ER è stato appena selezionato dal Ministero dell’Interno nell’ambito del bando FAMI – Servizi sperimentali di formazione linguistica. Obiettivi del progetto sono coinvolgere il territorio nella costruzione di percorsi innovativi di didattica dell’italiano come L2, sostenere processi di integrazione e di dialogo sociale attraverso la promozione della conoscenza della lingua italiana e dell’educazione civica, promuovere un ampio coinvolgimento interistituzionale e tra Istituzioni e privato sociale, incentivare la conoscenza dell’italiano, soprattutto delle persone scarsamente alfabetizzate e/o in condizione di fragilità, sperimentare modalità innovative di insegnamento/apprendimento della lingua italiana.

CEFAL ER è capofila di un ampio partenariato pubblico/privato composto da Città Metropolitana Bologna, Comune di Bologna – Area Benessere di Comunità, Unione Reno Galliera, Unione Terre d’Acqua, Comune San Lazzaro di Savena, Unione dei Comuni Valle del Reno Lavino Samoggia, Nuovo Circondario Imolese, Università di Bologna – Dipartimento Scienze dell’Educazione, Coop Lai-Momo, Coop. Soc. Solco Prossimo, Consorzio Arcolaio, Fondazione Gualandi. Il progetto “Conoscenze” intende intervenire, in un’ottica di forte complementarietà con le azioni del progetto FAMI regionale, sulla tematica della lingua come veicolo di interazione e dialogo con le comunità e i territori. Propone quindi percorsi rivolti a cittadini migranti (con attenzione dedicata a particolari tipologie di vulnerabilità) adottando metodologie che abbiano una ricaduta diretta sui partecipanti rispetto all’acquisizione di competenze linguistiche, ma che, al contempo, richiedano l’intervento e la partecipazione di tutta la comunità in processi di interazione, socializzazione e costruzione di legami sociali.

Cefal Welfare Progetto conoscenze 1 300x225 - Progetto “Conoscenze”
Cefal Welfare Progetto conoscenze 3 - Progetto “Conoscenze”
Cefal Progetto Percorsi formativi r.a r. e r. asilo 3 - Progetto “Percorsi formativi rivolti a rifugiati e richiedenti asilo”

Progetto “Percorsi formativi rivolti a rifugiati e richiedenti asilo”

Il progetto propone percorsi formativi che mirino ad incentivare e sviluppare nei partecipanti forme di cittadinanza attiva, tramite attività concrete che da un lato diano modo alle persone di apprendere attraverso il fare, divenendo attori attivi, al centro della propria formazione, e recuperando così fiducia nelle proprie capacità, dall’altro, attraverso il proprio contributo al recupero ed alla valorizzazione di un bene comune, diano ai partecipanti la sensazione di appartenere ad una comunità e di contribuire al ben-essere di tutti.
Le azioni proposte, rivolte a 120 rifugiati e richiedenti asilo, sono realizzate da un partenariato composto da CEFAL ER (capofila), Csapsa, Ciofs Fp ER, Open Formazione e sono finanziate dal Comune di Bologna.
Gli interventi sono condotti secondo la metodologia della “Pedagogia di Cantiere” che prevede un’alternanza tra apprendimento, tramite l’esperienza reale di produzione in un cantiere, e costruzione di relazioni positive con il territorio/comunità.
I temi della formazione sono relativi alla cura del verde e degli spazi pubblici, alla pulizia dei muri ed alla pulizia straordinaria di aree.
Per facilitare l’interazione dei partecipanti con le associazioni con le quali potranno proseguire attività di volontariato nell’ambito di “Patti di collaborazione”, il progetto prevede la realizzazione di Tandem Linguistici.

Cefal Progetto Percorsi formativi r.a r. e r. asilo 3 - Progetto “Percorsi formativi rivolti a rifugiati e richiedenti asilo”
Cefal Progetto Percorsi formativi r.a r. e r. asilo 2 300x225 - Progetto “Percorsi formativi rivolti a rifugiati e richiedenti asilo”
Cefal Progetto Percorsi formativi r.a r. e r. asilo 1 300x225 - Progetto “Percorsi formativi rivolti a rifugiati e richiedenti asilo”
Cefal Welfare Progetto Chance Rete per linclusione 1 - Progetto Chance – Rete per l’Inclusione

Progetto Chance – Rete per l’Inclusione

Il progetto, gestito inizialmente da CEFAL ER e successivamente attraverso l’associazione regionale AECA, è il frutto di una consolidata collaborazione tra Cefal Emilia Romagna e la rete “Oltre la Strada” (rete regionale per il contrasto della prostituzione e dello sfruttamento di esseri umani).
Chance si rivolge a persone vittime di tratta e/o di violenza, anche di genere, in carico ai servizi territoriali competenti. La finalità è preventiva e di integrazione sociale: superare la tendenza all’emarginazione e alla dequalificazione che colpisce le persone vittime di tratta, attraverso processi di attivazione del potenziale sociale, di vita comunitaria, di inclusione lavorativa. Gli interventi prevedono attività di orientamento, formazione per l’acquisizione di competenze di base, trasversali e tecnico/professionali, promozione e certificazione di tirocini.

Per sapere di più visita il sito: Regione Emilia-Romagna per il Sociale

Cefal Welfare Progetto Chance Rete per linclusione 1 - Progetto Chance – Rete per l’Inclusione
Cefal CaP Cantieri Pedagogici - Progetto CaP – Cantieri Pedagogici

Progetto CaP – Cantieri Pedagogici

Il progetto, finanziato da “Insieme per il Lavoro” in partenza ad aprile 2019, è volto a facilitare l’acquisizione di alcune competenze pratiche concepite come mezzo per rinforzare le competenze trasversali (la mancanza delle quali è alla base dei meccanismi di esclusione sociale), fondamentali per garantire i mezzi per l’autonomia e la libertà di scegliere il proprio percorso professionale e di vita. Destinatarie sono persone in condizione di fragilità e vulnerabilità, persone che necessitano di un supporto orientativo e motivazionale, persone che hanno necessità di acquisire, attivare e riattivare competenze trasversali e di empowerment per la costruzione di percorsi efficaci di formazione e di transizione al lavoro.
Attraverso l’attivazione di cantieri operativi e formativi nei settori ristorazione, verde, pulizie, piccola manutenzione, CaP intende intervenire su 4 dimensioni: le competenze chiave, le life skills, il concetto di empowerment e le competenze di cittadinanza (comprese le competenze sociali e civiche), secondo un modello metodologico denominato “Pedagogia di Cantiere“.

Cefal CaP Cantieri Pedagogici - Progetto CaP – Cantieri Pedagogici
Cefal S.A.L.U.S W SPACE - Progetto Salus W Space

Progetto Salus W Space

Il progetto S.A.L.U.S W SPACE ha vinto il primo bando europeo del Programma U.I.A. (Urban Innovative Actions), scelto con altri 17 tra i 378 proposti. Il Comune di Bologna (Istituzione per l’Inclusione sociale e comunitaria don Paolo Serra Zanetti, Ufficio Relazioni e Progetti internazionali, Edilizia e Patrimonio) è il coordinatore del progetto, ideato e realizzato insieme a 16 partner, tra cui Cefal ER.

L’obiettivo generale del progetto, della durata di 3 anni, è l’inserimento nel contesto locale di un centro di ospitalità, lavoro, welfare interculturale e benessere. L’intervento si caratterizza come cantiere per l’innovazione sociale, attraverso un processo di progettazione partecipata (co-design) ed una forte impronta di Welfare generativo e interculturale.
Cefal coordinerà un intervento formativo rivolto a 12 destinatari, della durata di 300 ore, nel settore ristorazione finalizzato alla preparazione tecnico/professionale di potenziali lavoratori delle future strutture ristorative.

Per sapere di più visita il sito: www.saluspace.eu

Cefal S.A.L.U.S W SPACE 300x225 - Progetto Salus W Space
Cefal Welfare Progetto SEMI 2 - Progetto S.E.M.I.

Progetto S.E.M.I.

Semenzaio di Esperienze, Motivazioni, Identità

Il progetto, finanziato dalla Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna e co-finanziato dalla Caritas Diocesana, è nato nel 2016 dalla collaborazione di Cefal ER, Caritas Diocesana di Bologna, Seminario Arcivescovile di Bologna. Nella bellissima cornice di Villa Revedin, attuale sede del seminario Arcivescovile di Bologna, si situano le azioni del progetto S.E.M.I., che agiscono su 2 livelli di intervento:

  • la creazione di occasioni di conoscenza, dialogo e scambio.
  • la realizzazione di attività che, a partire dall’azione del singolo, possano espandersi alla comunità tutta.

Destinatarie sono persone che necessitano della costruzione e ri-costruzione di legami personali e sociali e di riappropriarsi di un’identità frammentata. Le azioni proposte, relative alla realizzazione di un orto in spazi messi a disposizione dal Seminario Arcivescovile, sono condotte secondo la metodologia della “Pedagogia di Cantiere”. La particolarità di tale approccio risiede nell’alternanza tra apprendimento tramite la messa in situazione reale di produzione in un cantiere e costruzione di relazioni positive con il territorio/comunità.

Per sapere di più visita il sito: Progetto S.E.M.I – Seminario Arcivescovile di Bologna Guarda il video: Orto Cefal

Cefal Welfare Progetto SEMI 1 300x225 - Progetto S.E.M.I.
Cefal Welfare Progetto SEMI 3 300x225 - Progetto S.E.M.I.
Cefal Welfare Progetto SEMI 2 - Progetto S.E.M.I.
Cefal operazioni LR - Operazioni LR 14/2005

Operazioni LR 14/2005

Il Programma Operativo FSE 2014/2020 contiene la programmazione operativa utile a sostenere le persone a rischio di esclusione e marginalità nell’accesso all’occupazione attraverso azioni di informazione, orientamento, formazione e accompagnamento al lavoro. Rispondendo ai bandi della Regione Emilia Romagna basati sulla La Legge Regionale 14/2005 “Disciplina a sostegno dell’inserimento lavorativo e dell’inclusione sociale delle persone in condizione di fragilità e vulnerabilità, attraverso l’integrazione tra i servizi pubblici del lavoro, sociali e sanitari”, Cefal ER propone interventi di orientamento, formazione e accompagnamento al lavoro, promozione e certificazione di tirocini. Cefal ER opera attraverso l’associazione regionale AECA, come soggetto unico proponente o in partenariato con altri organismi, soprattutto nei Distretti Socio Sanitari di Bologna, San Lazzaro, Porretta, Casalecchio, Lugo, Faenza.

Cefal operazioni LR 300x225 - Operazioni LR 14/2005
Cefal tirocinio tribunale1 - Tirocinio in Tribunale

Tirocinio in Tribunale

Con l’obiettivo di sperimentare un’innovativa attività volta al reinserimento sociale dei detenuti e di favorire lo sviluppo di una specifica professionalità spendibile all’esterno del carcere alla conclusione del periodo detentivo, in un’ottica di rieducazione così come prescritta dall’art 27 della Costituzione, CEFAL ER promuove, attraverso finanziamenti messi a disposizione della Diocesi Arcivescovile di Bologna, tirocini formativi da svolgersi all’interno del Tribunale di Bologna, coinvolgendo persone detenute nelle attività di ausilio e di supporto alla gestione e archiviazione dei fascicoli e di tutte le attività ausiliarie nelle cancellerie del tribunale (scansioni documenti, movimentazione fascicoli).

Cefal tirocinio tribunale1 - Tirocinio in Tribunale
Cefal tirocinio tribunale2 - Tirocinio in Tribunale
Cefal tirocinio tribunale3 - Tirocinio in Tribunale
Cefal Welfare carcere 1 - Carceri

Carceri

Percorsi formativi e di tirocinio svolti presso le carceri di Bologna e Ravenna.

Le attività, finanziata dalla Regione Emilia Romagna con FSE, prevedono l’erogazione di attività di accoglienza e orientamento (presidio lavoro dedicato al target di riferimento), percorsi di formazione e di tirocinio rivolti a persone presenti all’interno del carcere di Bologna, Ravenna e Parma. Le operazioni prevedono inoltre l’attivazione di diversi percorsi formativi della durata di 50 o 300 ore (ambito smaltimento RAEE, ristorazione, tessile e manutenzione del verde) e conseguenti tirocini presso attività produttive presenti all’interno del carcere (in particolare all’interno del carcere di Bologna) e presso aziende esterne all’Istituto.

Cefal Welfare carcere 3 - Carceri
Cefal Welfare carcere 2 - Carceri
Cefal Welfare carcere 1 - Carceri