Pedagogia di Cantiere: interventi degli ospiti del seminario all’Università di Bologna

Lo scorso 30 novembre si è tenuto presso l’Aula Magna del Dipartimento di Scienze dell’Educazione dell’Università di Bologna, il seminario “La Pedagogia di Cantiere per le competenze strategiche, per presentare esiti e riflessioni riguardo al progetto Erasmus+Formbridge”, nel contesto del Festival della Cultura Tecnica 2021 (20 ottobre – 16 dicembre).

Vi proponiamo gli interventi di alcuni degli ospiti della giornata, come spunto di riflessione per l’applicazione del modello della “pedagogie de chantier” in ambito civile, sociale e politico.

Elena Luppi - Università di Bologna

Elena Luppi, Professoressa del Dipartimento di Scienze dell’Educazione dell’Università di Bologna, illustra le principali caratteristiche della “pedagogie de chantier”, dal modello alle applicazioni pratiche. 

La professoressa Luppi è stata una dei principali relatori del seminario, durante il quale ha illustrato il sistema formativo integrato della Pedagogia di Cantiere, che agisce sul territorio e coinvolge persone in condizione di marginalità o vulnerabilità, seguendo i principi della centralità del soggetto e dell’esperienza nell’apprendimento.

Salvatore Celentano - Libera Bologna

L’intervento di Salvatore Celentano, responsabile organizzativo di Libera Bologna, evidenzia come l’utilizzo dello strumento della Pedagogia di Cantiere da parte di un’organizzazione come Libera può offrire grandi opportunità educative, formative e di costruzione all’interno di strutture confiscate alle mafie, come nel caso di Villa Celestina – bene Confiscato a Bologna. 

Laura Venturi - Città Metropolitana di Bologna

L’intervento conclusivo del seminario è stato affidato a Laura Venturi, dirigente della Città Metropolitana di BolognaArea sviluppo sociale.

La sua riflessione si è incentrata sul come lo strumento della Pedagogia di Cantiere possa giocare un ruolo importante nella costruzione di una rete di enti e organizzazioni sul territorio che promuovano lo sviluppo economico-sociale del territorio stesso attraverso percorsi che aiutino persone in situazione di vulnerabilità a formare relazioni di comunità.